Autostima: siamo pronti per il restauro? (1° pt)

A cura della Dott.ssa Barbara Tormen Psicologa Prêt-à-Porter

Nel precedente articolo abbiamo discusso di quali siano i nemici dell’autostima, ovvero quelle modalità di pensiero e di comportamento che si innescano e che danneggiano la nostra percezione di noi stessi.

In questi ultimi mesi, che ci condurranno fino alla fine del percorso fatto nel “mondo dell’autostima”, ci concentreremo su specifici esercizi che, al contrario di quanto facciano i già discussi “nemici dell’autostima”, la favoriscono e aumentano.

Frau in der Kletterhalle

Cambiamo gli occhiali con i quali osserviamo il mondo

Quello che cercheremo di fare è cambiare gli occhiali con i quali osserviamo il mondo e noi stessi. Se indosso degli occhiali con lenti nere, come mi appare il mondo? O il mio viso? O il colore della mia pelle? Molto probabilmente di un opaco color grigio.
Chi ha un’autostima bassa è proprio come se andasse in giro indossando un paio di occhiali con le lenti scure, che gli fa percepire tutto quanto intorno di una triste sfumatura grigio nera.

Iniziano i lavori di restauro!

Gli esercizi che vi proporrò con la scheda allegata, e anche nei prossimi due articoli, hanno lo scopo di “restaurare”, o meglio sostituire queste lenti scure con altre nuove e colorate, che vi permetteranno di sperimentare un paesaggio nuovo, con nuovi colori e tante sfumature che prima restavano nascoste.

Gli esercizi proposti sono un’occasione, e uno stimolo, per provare nuove modalità di affrontare la vita e apprezzarla in modo diverso, poi sta ad ognuno esercitarsi costantemente per fare propri questi nuovi occhiali.

Scarica la scheda ⬇︎